Skip to content Skip to footer

Fashion e sartoria nel Web3: esempi di applicazione

Negli ultimi anni, il metaverso ha dimostrato di essere un terreno prospero per l’innovazione digitale in vari settori, e la moda non fa eccezione. 

La sartoria nel metaverso rappresenta un’evoluzione affascinante, combinando la creatività dell’industria della moda con le infinite possibilità della VR. In questo articolo, esploreremo alcuni casi concreti, dove la tecnologia incontra lo stile in modi sorprendenti. 

Tracciabilità 4.0: Blockchain nella moda  

Un esempio emblematico è rappresentato dal progetto TRICK (Potenzia l’Economia Circolare con la Tracciabilità dei Dati tramite Blockchain), un’innovativa iniziativa digitale finanziata nel contesto del programma europeo Horizon 2020. 

Il progetto traccia l’intero ciclo di vita di un capo d’abbigliamento, dall’origine della materia prima fino alla sua fase finale, attraverso l’utilizzo della tecnologia blockchain. Coinvolge centri di ricerca distribuiti in 11 Paesi e collabora con 31 aziende, tra cui spicca il prestigioso Lanificio Fratelli Piacenza. 

La piattaforma consente alle aziende del settore moda di raccogliere e diffondere dati lungo l’intera filiera, sostenendo così l’economia circolare e assicurando la qualità della produzione e l’origine dei prodotti. 

La moda diventa interattiva 

A gennaio, Hilfiger Ventures, co-fondata dallo stilista Tommy Hilfiger e da Joe Lamastra, ha lanciato FashionVerse, un gioco di moda interattivo per mobile che utilizza l’intelligenza artificiale per avatar, ambientazioni e oggetti di scena.   

Gli appassionati hanno ancora la possibilità di condividere le proprie creazioni, presentarle come servizi fotografici, e gli altri utenti possono votare le scene, sbloccando così nuovi stili di abbigliamento durante il gioco. 

L’idea prende forma direttamente dal brand, desideroso di regalare alla community un’esperienza alla moda attraverso un gioco interattivo. Ciò consente alle persone di immergersi in un nuovo ed entusiasmante ambiente fashion, esplorando così il proprio stile personale attraverso l’innovazione digitale nell’ambito della moda.

La sartoria diventa anche digitale  

Attiva dal 1955, la celebre sartoria G. Inglese abbraccia la trasformazione digitale, coniugando la maestria artigianale ai principi fondamentali di innovazione, amore e valorizzazione del territorio. Un’evoluzione che espande il Made in Italy oltre i confini fisici.  

Frutto dell’esperienza di Realverso, il metaverso dedicato alla sostenibilità che promuove gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030, in questo spazio digitale le persone hanno l’opportunità di immergersi nella bottega di G. Inglese e di interagire con il digital twin della storica macchina da cucire, anch’essa presente nella realtà fisica.

La celebre sartoria si trasforma in una dimensione digitale.

“Questa innovativa piattaforma digitale incarna i nostri valori legati alla sostenibilità, e ci permette di mettere in luce non solo la nostra bottega ma tutta la comunità di Ginosa, con cui abbiamo un legame profondo, rilanciando il concetto di turismo sartoriale” ha affermato Angelo Inglese.

L’innovazione digitale nella moda trasforma il metaverso in un palcoscenico affascinante per l’industria della moda, aprendo nuove possibilità per l’espressione individuale e la sostenibilità. Siamo solo all’inizio di questa avventura, e il futuro della moda nel digitale si presenta promettente e ricco di stile. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Manga e anime nel Metaverso
Blog

Manga e anime nel Metaverso 

Il Metaverso promette un coinvolgimento senza precedenti per i fan appassionati di manga e anime. La fusione tra il magico mondo giapponese e il digitale si presenta come una porta

Leggi tutto »
Meditazione nel Metaverso
Blog

Meditazione 3.0 nel Metaverso

Dove il confine tra il fisico e digitale si incontra, il Metaverso si afferma come uno spazio di possibilità illimitate.   Al di là delle esperienze di gioco e intrattenimento, il

Leggi tutto »